BarraSuperioreGrigia1a1a
Bookmark and Share
BarraWeburology1a1

by Ioannis Kartalas-Goumas

ANATOMIA - La Vescica Urinaria

La Vescica - Riassunto

 

La vescica è il serbatoio finale dell'urina prima che quest'ultima venga espulsa dal nostro corpo attraverso l'uretra. Infatti la vescica ha la forma di un sacco appiattito quando è vuota e di un sacco sferoidale quando è piena. SI trova nel piccolo bacino, ossia nella parte profonda della pelvi. Quando la vescica è vuota, è interamente nascosta dietro la sinfisi pubica, la parte ossea anteriore del bacino. Quando si riempie, la vescica si distende e quindi può essere palpata nella parte più bassa della parete addominale, sopra la sinfisi pubica (zona nota come ipogastrio). Sopra la vescica si trova l'intestino, contenuto nella sacca peritoneale. Dietro la vescica nei maschi si trova il retto, mentre nelle femmine si trova l'utero, il quale ricopre anche una parte del tetto della vescica (cupola) insieme all'intestino. La vescica funziona grazie ad un muscolo, noto come detrusore, il quale si rilascia durante il riempimento vescicale e si contrae durante la minzione. Attraverso queste due fasi, il riempimento vescicale e la minzione, si espletta la funzione vescicale (vedi Continenza e Minzione nella parte della Fisiologia). La parete vescicale al suo interno è rivestita da uno strato di mucosa, che quando si infiamma o si infetta dà origine alla cistite. Dalla mucosa originano anche i tumori della vescica.

 

Che Cos'è la Vescica

E’ un organo cavo muscolare e rappresenta il serbatoio dell’urina e l’organo della minzione. E’ un organo molto distensibile con una capacità variabile, che normalmente è pari circa a 400-500ml, ma può arrivare in situazioni abnormi fino a 2-3 litri.

La vescica ha tre funzioni:

1) Funzione di immagazzinamento dell’urina (fase di riempimento)

2) Funzione di svuotamento (minzione)

3) Funzione di barriera protettiva contro il riassorbimento dell’urina

Si trova profondamente nella pelvi (piccolo bacino). Nella vescica giungono gli ureteri che trasportano l’urina dalle cavità renali. Continua al livello del meato uretrale interno con l’uretra: nel maschio l’uretra prostatica e nella femmina l’uretra.

La forma della vescica varia a seconda del suo grado di riempimento.

Vescica vuota: le pareti sono collabite e il lume è ridotto in una fessura. Ha forma quasi triangolare con la base posteriore, la parte più declive a forma conica e la parte anteriore e superiore che si allungano e si appiattiscono.

Vescica riempita: assume una forma simile ad una sfera con la parte superiore, mobile, che diventa convessa, mentre la parte inferiore, fissa e ad imbuto, conserva più o meno la forma originale. A vescica piena si possono distinguere le seguenti zone:

- base (o fondo), rivolta posteriormente

- pareti laterali destre sinistra

- cupola, che è il tetto

- parete anteriore

- collo, inferiormente

Nel maschio la vescica è situata dietro alla sinfisi pubica, sotto il peritoneo che ricopre l’intestino, davanti al retto e alle vescicole seminali e sopra la prostata.

Nella femmina la vescica si trova dietro la sinfisi pubica, sotto il peritoneo e in parte al fondo dell’utero, dietro il collo dell’utero e della vagina e sopra il diaframma urogenitale.

Mezzi di fissità:

- peritoneo

- fasce connettivali e legamenti (fascia prevescicale, legamenti ombelicali, uraco, setto vescicovaginale nella femmina, fascia rettovescicale nell’uomo)

- la prostata nel maschio

- l’uretra nella femmina

- i peduncoli vascolo-nervosi rivestiti da tessutto connettivo

 

Vai all'inizio

 

Struttura della vescica

 

- Urotelio e Lamina Propria

- Detrusore

- Trigono

- Stroma

- Vascolarizzazione

- Innervazione

 

Dal punto di vista ultrastrutturale le componenti della parete vescicale sono le seguenti:

48% miocellule lisce e urotelio

50% collegene

2% elastina

 

Vai all'inizio

 

Urotelio e Lamina Propria (Parte interna della parete vescicale)

La parte interna cambia conformazione a seconda il grado di riempimento vescicale. E’ liscia a vescica piena, mentre forma una serie di pieghe a vescica vuota.

Rivestita da:

La mucosa o urotelio o di transizione. Sono cellule epiteliali disposte in vari strati. Da questo epitelio nasce il tumore della vescica.

La lamina propria, sottomucosa, contenente un sottile strato di miocellule lisce, la muscolaris mucosae, e tessuto connettivale con fibre collagene e di elastina.

Nel lume della vescica si possono distinguere le seguenti formazioni:

- gli orifizi ureterali o papille

- la barra interureterica, un sollevamento della parete ‘a barra’ che unisce le due papille

- il meato uretrale interno, da dove inizia l’uretra e dove viene veicolata l’urina durante la minzione

- il trigono, indistinguibile anatomicamente dal resto della mucosa, ma di origine embriologica e di struttura muscolare diversa da quella del detrusore,. E’ il triangolo formato dalle papille e dal meato uretrale interno. E’ costituito da una parte superficiale da una parte profonda.

Inoltre nel lume della vescica si possono intravedere, più o meno evidenti nei vari individui, le seguenti imponte:

- nel maschio con ipertrofia prostatica l’impronta della base prostatica sul collo vescicale

- nei soggetti con ostruzione al deflusso dell’urina (stenosi uretrale, ipertrofia prostatica) si possono intravedere delle trabecolature. Sono impronte dei fasci muscolari ipertrofici del detrusore (vescica da sforzo)

- nella femmina l’impronta uterina sulla parete posteriore della vescica

 

Vai all'inizio

 

Muscolo Detrusore (Parte esterna della parete)

E‘ un muscolo liscio, più spesso negli uomini. Formato da tre strati di cellule muscolari lisce, uno strato longitudinale esterno, uno circolare medio e uno longitudinale interno. Nel corpo vescicale questi strato sono meno definiti e fibre da uno strato possono mischiarsi con fibre dagli altri strati. Al livello del collo vescicale i tre strati sono molto ben definiti. Lo strato circolare forma lo sfintere interno. Alcune fibre degli strati longitudinali si portano ad avvolgere lo strato circolare, come un’amaca, e altre si portano verso l’uretra.

Interposte fra i fasci della muscolatura liscia ci sono le fibre collagene e le fibre di elastina.

 

Il trigono

E’ una struttura a parte con una parte superficiale e una profonda. E’ costituito da tre strati di muscolatura liscia, in parte proveniente dalla muscolatura dell’uretere e della guaina di Waldeyer che accompagna l’ultima parte ureterale, e in parte dalla muscolatura longitudinale esterna e circolare del detrusore. Si distende e termina al livello uretrale. E’ importante perchè partecipa sia al meccanismo antireflusso dell’uretere sia al sistema sfinterico liscio dell’uretra.

 

Lo stroma

E’ una parte fondamentale della vescica, perchè la propria struttura contribuisce alle caratteristiche particolari e al coretto funzionamento della vescica come serbatoio. E’ costituito da tessuto connettivo, in particolare da:

fibre collagene (principale componente)

fibre di elastina

La maggior parte dello stroma si trova interposto ai fasci di muscolatura del detrusore.

 

 

Vai all'inizio

 

Vascolarizzazione della vescica

 

La vascolarizzazione arteriosa proviene dalle arterie vescicali superiori e inferiori, rami delle arterie iliache interne.

Le vene vescicali fanno parte del plesso venosi vescico-prostatico e confluiscono alle vene iliache interne.

Decorrono, insieme con i nervi, lungo ispessimenti fasciali e connettivali che costituiscono i peduncoli vascolari della vescica.

 

Innervazione della vescica

 

L’innervazione della vescica è particolare: il muscolo detrusore è un muscolo liscio, quindi come avviene per altri muscoli lisci è innervato dal sistema autonomo (neurovegetativo). Contrariamente però a quanto accade di solito, ove questo tipo di innervazione provoca la contrazione o il rilasciamento autonomo, ossia involontario, dei muscoli lisci, il detrusore è sotto il controllo volontario.

 

Innervazione Efferente (controllo motorio)

 

Fibre del Parasimpatico: originano dai centri vegetativi al livello del midollo spinale sacrale (segmenti S2-S3-S4) e si dirigono nel plesso pelvico (ipogastrico inferiore) al livello del retto. Da lì passano alla vescica. Rilasciano acetilcolina al livello dei recettori muscarinici delle miocellule lisce del detrusore. E’ responsabile della contrazione del detrusore quindi della minzione.

Fibre del Simpatico: Prendono origine dai centri del midollo spinale toracolombare (segmenti T10-L2) e si dirigono prima al livello del plesso ipogastrico superiore al livello della biforcazione dell’aorta. Da lì formano i due nervi ipogastrici che discendono nella pelvi e formano, insieme con fibre nervose sacrali e i nervi splancnici del parasimpatico provenienti dal midollo sacrale, il plesso pelvico ai lati del retto. Le fibre del simpatico rilasciano noradrenalina e sono di due tipi:

fibre destinate al detrusore. Sono piuttosto rare, terminano sui recettori di tipo β3 e hanno un effetto rilasciante il detrusore.

fibre destinate al collo vescicale, al trigono e allo sfintere liscio. Sono fibre molto importanti perchè agiscono sui recettori α1 e provocano il la contrazione del complesso sfinterico liscio, chiudendo il collo vescicale. Quindi sono importanti per la continenza urinaria e per la chiusura del collo durante l’eiaculazione.

 

Vai all'inizio

 

Bibliografia

 

The Anatomical Components of Urinary Continence. Christian Wallner a, NF. Dabhoiwala, MC. DeRuiter, WH. Lamers. EurUrol 2009;55:932–944

Vescica, giunzione ureterovescicale e retto. In: Anatomia chirurgica in Urologia. F. Hinmann, Verduci Editore,1994, Cap. 13, pag. 309-344

Prostata e sfinteri uretrali. In: Anatomia chirurgica in Urologia. F. Hinmann, Verduci Editore,1994, Cap. 14, 345-388

A better understanding of the apical dissection and the posterior stitches in radical prostatectomy. H. Soga, A. Takenaka,G. Murakami, M. Fujisawa. Int J Urol. 2008;15:729–732

Anatomia della vescica, dell’uretra e del pavimento pelvico. JS Dixon, JA Gosling. ‘Urodinamica: Principi, Pratica e Applicazioni. AR Mundy, TP Stephenson, AJ Wein’ Edizione Chirchill Livingston e Momento Medico, Cap.1, pag 2-8

Physiology and pharmacology of the bladder and urethra. N Yoshimura, M Cancellor. In: Campbell-Walsh Urology, 9th edition, 2007, Editore ‘Saunders Elsevier’, Vol.3, XIV(56), pag 1922-2010

An update on the physiology of urinary incontinence. M. Gray. Continence UK Journal, 2007;1(2):28-36

BoxLaterale

La vescica è il serbatoio dell'urina e l'organo della minzione.

La forma della vescica.

La sede anatomica e i rapporti della vescica.

La Struttura della Vescica.

La mucosa tappezza l'interno del lume vescicale ed è costituito dall'urotelio e dalla lamina propria.

Il detrusore è il muscolo che fa contrarre la vescica durante la minzione.

Il trigono è una struttura interna della vescica e gioca un ruolo nei meccanismi di antireflusso e di continenza.

Il vasi vescicali provengono dalle arterie e vene iliache interne (ipogastriche).

L'innervazione della vescica deriva dal plesso pelvico, una fitta rete di stazioni gangliari e di fibre nervose del sistema neurovegetativo che controllano il funzionamento dei visceri pelvici.