BarraSuperioreGrigia1a1a
Bookmark and Share
BarraWeburology1a1

by Ioannis Kartalas-Goumas

Bookmark and Share

ANATOMIA - Apparato Urinario - Vie Urinarie

Le Vie Urinarie - Riassunto

 

L’urina prodotta dal rene viene versata in un sistema di raccolta e di trasporto che è il la via urinaria o escretrice: le cavità renali (i calici e la pelvi renale), che continuano con l’uretere, un condotto che trasporta l’urina in vescica, un serbatoio. La vescica durante la minzione si contrae e si svuota versando l’urina nell’ultima parte delle vie urinarie, l’uretra. Dal punto di vista strettamente anatomico l’apparato urinario quindi inizia dal glomerulo al livello del parenchima renale e termina al livello del meato uretrale esterno, costituendo un condotto continuo. La vie escretrice o urinaria è costituita dalle seguenti strutture:

1. Cavità Renali

2. Uretere

3. Vescica

4. Uretra

La via escretrice o via urinaria è quella parte dell'apparato urinario dedicata al trasporto e all'espulsione dell'urina dal nostro corpo. Possono essere distinte le seguenti strutture:

 

• Il sistema collettore renale (calici e bacinetto o pelvi renale)

• L'uretere

• La vescica

• L'uretra e gli sfinteri

 

Il trasporto dell'urina da parte della via urinaria è un processo attivo e unidirezionale. Questo significa che al livello delle cavità renali e dell'uretere ci sono dei pace makers, ossia dei piccoli generatori di contrazioni ritmiche della muscolatura liscia di queste strutture. In questo modo i calici, il bacinetto renale e l'uretere si contraggono e trasportano attivamente l'urina verso la vescica. Si dice quindi che hanno una 'perilstasi' ossia le loro pareti si muovono per poter veicolare l'urina. Lo stesso per esempio avviene anche con l'intestino durante il trasporto del cibo.

Una volta raggiunta la vescica l'urina non può risalire verso l'uretere. Questo avviene grazie ad un meccanismo 'antireflusso' che viene costituito dalla particolare conformazione anatomica dell'ultima parte dell'uretere e della parete vescicale che lo circonda. In alcune malattie questo meccanismo non funziona. Il risultato è quello del reflusso vescicoureterale: l'urina che risale verso il rene alla lunga può danneggiarlo.

Nella vescica l'urina viene raccolta grazie al meccanismo della continenza, che impedisce il libero transito dell'urina verso l'uretra. Durante la minzione il muscolo della parete vescicale si contrae, gli sfinteri si rilasciano e l’urina viene versata e veicolate dall’uretra all’esterno.

 

Le vie urinarie possono essere topograficamente distinte in due parti:

• Alte Vie Urinarie: cavità renali e uretere

• Basse Vie Urinarie: vescica e uretra

VieUrinarieAlteEBasse

 

Istologicamente le vie urinarie per la maggior parte sono rivestite dallo stesso epitelio, detto urotelio (o epitelio transizionale). Il loro interno quindi è costituito dalle stesse cellule, dette cellule uroteliali, eccetto l’uretra distale, ove le cellule cambiano e assomigliano alle cellule cutanee. Il rene per esempio è costituito dal parenchima renale, ma all’interno di esso si trova anche la prima parte della via urinarie, le cavità renali, le quali però, istologicamente sono diverse e svolgono una funzione diversa da quella del parenchima renale. Questo fatto è importante per capire l’origine e la pertinenza di certe patologie. Per esempio i tumori della via escretrice, ossia delle cavità renali, sono completamente diversi dai tumori del parenchima renale, anche se l’organo è sempre il rene. Questi tumori possono nascere anche nell’uretere, nella vescica e nell’uretra e quindi più che tumori di un organo sono tumori della mucosa che tappezza vari organi.

BoxLaterale

Le parti della Via Urinaria

Il trasporto dell'urina

Le Alte e le Basse Vie Urinarie

L'istologia delle Vie Urinarie

Homebannergray1