BarraSuperioreGrigia1a1
Bookmark and Share
BarraWeburology1a

by Ioannis Kartalas-Goumas

Bookmark and Share

ANATOMIA - Apparato Riproduttivo

La Via Seminale - Riassunto

 

La via seminale è composta da una serie di condotti che trasportano lo sperma. All'inizio di questa via ci sono una serie di canalicoli testicolari che raccolgono gli spermatozoi prodotti nei testicoli. Da lì gli spermatozoi passano agli epididimi, situati nello scroto a ridosso dei testicoli, e poi nei dotti deferenti, i quali attraversano prima il canale inguinale, entrano nella pelvi e terminano al livello prostatico. A questo livello i dotti deferenti, che trasportano gli spermatozoi, si uniscono con le vescichette seminali, che secernono liquido seminale, a formare i dotti eiaculatori. Questi ultimi attraversano la prostata e terminano al lvello dell'uretra, ultima parte della via seminale. Da lì lo sperma, formato dal liquido seminale delle

TUBULI RETI E RETE TESTIS

Dentro i testicoli si trovano una serie di piccoli dotti che formano una vera e propria rete di canali. Sono i tubuli retti e la rete testis. Questi canalini costituiscono l’inizio della via spermatica, ossia della via che deve eseguire lo sperma per uscire dal corpo maschile. Convergono verso il polo superiore del testicolo e formano la testa dell’epididimo, ove vengono versati gli spermatozoi uscendo dal testicolo.

 

GLI EPIDIDIMI

Gli epididimi sono organi pari, destro e sinistro. Si tratta di due canali che si trovano addossati ai rispettivi testicoli, in particolare al livello del polo superiore, del margine posteriore e del polo inferiore del testicolo. In questo modo si può riconoscere la testa dell’epididimo, che raccoglie la rete testis del testicolo, il corpo e la coda. Gli epdidimi sono in continuazione con il dotto deferente. Hanno la funzione di raccogliere e di trasportare gli spermatozoi.

Le malattie più comuni degli epididimi sono:

- Epididimite (o orchiepididimite)

- Cisti dell’epididimo o cisti spermatica

 

Vai all'inizio

 

I DOTTI DEFERENTI

I canali o dotti deferenti sono organi pari, destro e sinistro. Si tratta di un condotto che è in continuazione con la coda dell’epididimo e termina al livello della base della prostata, sulla faccia posteriore di essa, unendosi con la vescicola seminale per formare il dotto eiaculatore. Ha la funzione di trasportare gli spermatozoi fino al livello prostatico. Il dotto deferente è un canale molto lungo e sottile: ha lunghezza di circa 40-45 cm e spessore di circa 2-3 mm. Attraversa prima la borsa scrotale, poi il canale inguinale, facendo parte del funicolo spermatico, e infine la bassa cavità addominale (cavità pelvica), al di sotto del peritoneo, dirigendosi verso la prostata. La parte terminale del dotto deferente si dilata e forma l’ampolla deferenziale del dotto ed è atta a immagazzinare gli spermatozoi.

 

I DOTTI EIACULATORI

I dotti eiaculatori, destro e sinistro, sono due piccoli condotti che originano dalla confluenza dei dotti deferenti con le vescicole seminali al livello della faccia posteriore della base prostatica. Attraversano obliquamente la prostata e terminano con due orifizi al livello dell’uretra prostatica, ai lati del collicolo seminale (veru montanum). Trasportano gli spermatozoi provenienti dai dotti deferenti e il secreto delle vescichette seminali.

 

L’URETRA COMUNE

L’uretra comune è quella parte dell’uretra che è compresa tra gli orifizi dei dotti eiaculatori al livello del veru montanum, fino al meato uretrale esterno. Si chiama ‘comune’ perchè viene attraversata sia dall’urina sia dallo sperma, quindi fa parte sia della via urinaria che della via spermatica. La porzione invece dell’uretra che va dallo sbocco dei dotti eiaculatori fino al collo vescicale fa parte solo della via urinaria e anatomicamente appartiene all’uretra prostatica.

 

Vai all'inizio

Homebannergray