item4
Bookmark and Share
BarraWeburology

by Ioannis Kartalas-Goumas

Bookmark and Share

Ipertrofia Prostatica Benigna

Introduzione e Definizione

 

Le cause precise dell'IPB non sono ancora del tutto chiare. Come fattori predisponenti, fattori di rischio o possibili cause si possono considerare:

 

- Testosterone. L'ormone sessuale maschile è una condizione necessaria per lo sviluppo dell'IPB. La ghiandola prostatica è un bersaglio del testosterone. Il testosterone circolante entra nella prostata e si trasforma nella sua forma intraprostatica attiva, il diidrotestosterone. L'enzima responsabile di questa conversione è la 5-alfa-reduttasi (5-ARI). Questo è importante anche ai fini terapeutici. Alcuni farmaci bloccano l'azione della 5-ARI e quindi contrastano la crescita della prostata.

 

- Età a apoptosi: con l'aumentare dell'età la prostata aumenta di volume. Il fenomeno è dovuto, come spiegato sopra, all'iperplasia prostatica. Contrariamente a quanto succede in altri organi durante l'invecchiamento, ossia la degenerazione tissutale e la perdita di cellule, la prostata continua a crescere con l'età perchè alcune delle sue cellule proliferano. Questo peculiare fatto è il contrario dell'invecchiamento. La perdita dell'apoptosi, in altre parole la perdita della morte cellulare programmata, fasì che la prostata continua a generare nuove cellule. Queste cellule sono normali, non tumorali, e per questo si tratta di una 'iperplasia' e non di una neoplasia maligna. Nei tumori maligni le cellule neoplastiche distruggono tutto quello che è normale. Nella IPB invce le cellule non hanno alcun effetto distruttivo. Alla base dei sintomi che provoca l'IPB si trova l'aumento volumetrico della ghiandola prostatica.

 

- Familiarità: l'IPB non è una malattia genetica, ma esiste una predisposizione maggiore per il suo sviluppo nelle famiglie che ne sono affette.

item1